Author Archive
Riapre la biblioteca nazionale di Sarajevo distrutta durante la guerra

Riapre la biblioteca nazionale di Sarajevo distrutta durante la guerra

Werther e Quasimodo. Raskolnikov e Mersault. Tom Sawyer, Yossarian e tutti gli altri stanno finalmente tornando a casa. Nell’agosto del 1992, mentre osservava l’antica biblioteca di Sarajevo bruciare dalla finestra di casa sua, il poeta bosniaco Goran Simić aveva immaginato che i protagonisti di molti...
Ruanda e Shoah: un confronto possibile

Ruanda e Shoah: un confronto possibile

Ci sono tanti, troppi punti in comune tra il genocidio del Ruanda – di cui ricorre il ventennale – e l’Olocausto, che fino a non molto tempo fa veniva considerato un evento unico e quindi incomparabile nella storia recente dell’umanità. Evidenziare le analogie e le...
James Joyce ritorna in Irlanda

James Joyce ritorna in Irlanda

L’entrata nel pubblico dominio delle opere di James Joyce, ormai due anni fa, ha dato nuovo impulso anche in Italia agli studi sul grande autore irlandese. La rinnovata attenzione nei suoi confronti ha prodotto nuove traduzioni di quello che è considerato il suo capolavoro, Ulysses,...
Avete provato a curarvi con i libri?

Avete provato a curarvi con i libri?

Qualunque sia il vostro disturbo, la ricetta è semplice: un romanzo (o due), da prendere a intervalli regolari. Ecco qualche esempio. Mal di denti? Leggete Anna Karenina di Tolstoj. Allergici al polline? Provate con Ventimila leghe sotto i mari di Jules Verne. Problemi di impotenza?...
Il sorriso che ha cambiato il mondo

Il sorriso che ha cambiato il mondo

Bono Vox ha dedicato a Nelson Mandela, di cui era amico oltre che profondo ammiratore, un commosso ricordo sul Time Magazine dal titolo “L’uomo che non poteva piangere”. Sembra una metafora poetica ma era vero: Madiba non aveva più lacrime perché la polvere e il...
Quando Hollywood nascose i crimini del Führer

Quando Hollywood nascose i crimini del Führer

Che ruolo ebbe l’industria cinematografica di Hollywood di fronte all’inarrestabile ascesa del nazismo in Germania? Quello che all’epoca era il più potente mezzo di comunicazione del mondo si limitò a chiudere entrambi gli occhi oppure si spinse oltre, stringendo un vero e proprio patto col...
La fine dei blocchi H

La fine dei blocchi H

Era il 1971 quando a Long Kesh, nell’Irlanda del Nord, il vecchio campo di aviazione della RAF, cominciò ad essere utilizzato dal governo britannico per la detenzione degli internati senza processo del conflitto nordirlandese The Troubles. Solo successivamente, nel 1976, venne integrato con il Maze,...
Quando a bruciare è il sapere

Quando a bruciare è il sapere

  Il poeta bosniaco Goran Simić vide bruciare l’antica biblioteca di Sarajevo dalla finestra di casa sua. In preda alla disperazione, pensò alle migliaia di libri antichi che stavano per essere inghiottiti dalle fiamme e immaginò che i personaggi raccontati in quelle pagine indimenticabili stessero...
Vis à Vis con Azra Nuhefendic

Vis à Vis con Azra Nuhefendic

  Sono passati vent’anni ma le ferite di Sarajevo sanguinano ancora. Chi è sopravvissuto al più lungo assedio della storia moderna, iniziato il 5 aprile del 1992 e durato quasi quattro anni, ancora non riesce a spiegarsi come sia stato possibile che l’incolpevole popolazione di...
Un “Ulisse” tutto da ridere

Un “Ulisse” tutto da ridere

  Erano ancora gli anni ‘50 quando il commediografo americano Thornton Wilder definì “un pazzo” e “un imprudente” il grande anglista fiorentino Giulio De Angelis per aver intrapreso un’opera quasi proibitiva come la traduzione in italiano di Ulysses, il capolavoro di James Joyce. Nel 1960,...
Guerra e pace in Irlanda sui muri di Belfast

Guerra e pace in Irlanda sui muri di Belfast

  L‘iconografia del conflitto sta lasciando spazio a nuove rappresentazioni. Da decenni le mura dei quartieri di Belfast sono le pagine di un enorme libro di storia a cielo aperto che raffigura odio, disprezzo vendetta ma anche memoria, sacrificio e spirito di appartenenza. Esprimere i...