mom

Domenica 10 maggio si festeggia la Festa della Mamma.
Le origini di questa festa, che si celebra in tutto il mondo, sono molto antiche.
Si tratta, infatti, di una ricorrenza internazionale che viene festeggiata in giorni differenti, ma che è presente in tutte le culture, le cui origini risalgono alle celebrazioni pagane dedicate alla Dea Terra.
La festa come la conosciamo noi oggi fu istituita nei primi del Novecento negli Stati Uniti (1908).
Gli appuntamenti organizzati quest’anno lungo tutto lo Stivale sono tanti.

A Milano, in occasione di questa ricorrenza, il Museo delle Culture organizza durante tutto il weekend Mama Africa, una mostra sull’Africa che mette a disposizione dei visitatori un laboratorio per la costruzione di strumenti musicali in cui possono dedicarsi alla musica anche i più piccoli.
Il progetto prevede, anche il coinvolgimento dei bambini tra i 6 e i 10 anni.
Il percorso accompagnerà i partecipanti alla scoperta di alcune opere che parlano delle mamme e dei bambini africani.
Al MUBA , Museo dei bambini di Milano, tutte le mamme potranno entrare gratuitamente alle ore 11.30 e alle 14.00 per giocare con i loro bambini, sia al centro permanente del riuso creativo Remida (per bambini dai 2 agli 11 anni), che al Childrenshare.
Domenica 10 maggio, in particolare, sono previsti i laboratori Il colore dei cibi: pigmenti e alimenti per bambini dai 5 anni in su e I laboratori del Pane per bambini dai 4 anni a salire.

A Roma, al Centocelle, torna la settima edizione di Festa della Mamma, i cui vi saranno laboratori didattici, una fiera enogastronomica, giochi, incontri e una premiazione per le donne del quartiere.

A Napoli, a Città della Scienza torna Mamma d’aMare, un percorso fatto di aforismi e proverbi, in cui viene affrontato il  rapporto madre-figlio degli animali marini e di alcuni mammiferi.
Mamme e figli potranno anche partecipare insieme ai tanti laboratori, come quelli di ceramica, di cucina, fino alla realizzazione di fiori di carta.

Non va dimenticata, infine, l’Azalea della Ricerca dell’Airc, ricerca fondi che ogni anno per questa ricorrenza viene organizzata in tutte le piazze italiane per sostenere la ricerca scientifica.
Un’idea regalo solidale che con un piccolo contributo di 15 euro aiuta la ricerca scientifica e la lotta contro il cancro.
La piantina, venduta in più di 3600 piazze italiane, è, infatti,  diventata ormai il simbolo della battaglia contro i tumori femminili.