google-news

Nell’era della comunicazione digitale capita sempre più spesso di porsi dei dubbi circa la veridicità delle miriadi di news che passano sotto i nostri occhi ogni giorno. Arriva da Google il servizio che consentirà finalmente di verificare se siamo di fronte a una bufala o meno.

Così nelle versioni statunitensi e britanniche di Google News, da qualche giorno, è possibile consultare gli articoli con un nuovo sistema, composto da due step: il primo consiste nel tracciare il corretto markup del codice sorgente, cioè la fonte del codice informatico che a noi appare come notizia, il secondo invece analizza la fonte di provenienza del contenuto della notizia. Le notizie “vere” saranno etichettate con un TAG di colore grigio.

Facile attendersi un’implementazione del servizio anche su Facebook, considerata l’incredibile mole di notizie che sono lanciate proprio sul social network di Mark Zuckerberg. Non è probabilmente una coincidenza che ad inizio settembre, Facebook abbia licenziato il team che gestiva “Trending”, la sezione dedicata alle notizie più commentate e discusse al momento – non ancora disponibile in Italia – rei di aver permesso la pubblicazione di alcune notizie false. Proprio in questa occasione, Mark Zuckerberg ha spiegato di essere intenzionato a realizzare una tecnologia che, facendo da filtro per le notizie, sia in grado di risolvere questo problema.  Anche se non è facile, visto che niente vieta agli utenti di far circolare notizie prive di senso.