trend

Trend trend trend ecco la parola che deve avere sempre in mente chi si occupa di comunicazione e di content.
Pubblicare storie interessanti, contenuti autorevoli, rilevanti, capaci di fornire valore aggiunto, focalizzati sugli interessi del cliente e sulla sua voglia di interagire è il trend per ciò che resta del 2015.
Sperimentare, studiare a fondo, praticare i media sociali è quanto deve fare oggi chi si occupa di comunicazione.
Bisogna imparare a percepire i cambiamenti in essere, i fenomeni emergenti e quelli che faranno da attrattori e lavorare con perseveranza sulla comunicazione.
Il trend della comunicazione del 2015 è puntare sul coinvolgimento e sul marketing relazionale e emozionale.
Nell’era del ConsumAttore il prodotto conta più per il valore e i contenuti assegnatigli dal consumatore che per quello creato dal produttore.
Un altro ambito a cui bisogna prestare molta attenzione è la rivoluzione tecnologica guidata dalla digitalizzazione di tutti i media, dalla diffusione del Mobile, del cloud computing e del Big Data, dall’IoT e dal wearable.
Studiare i nuovi comportamenti emergenti e i nuovi stili di vita prodotti dalla diffusione delle tecnologia è diventato, infatti, prioritario.
Ma cosa c’è sulla cresta dell’onda oggi?
I più recenti trend della comunicazione si concentrano sue due ambiti:

  • nuovi strumenti e tecnologie
  • nuovi scenari delle professioni legate al technology

Il decalogo principale che bisogna assolutamente tenere in mente è:

  • maggiore attenzione rivolta a policy, standard e tecnologie per la protezione della privacy;
  • focus sulla misurazione delle attività “immateriali” che incidono sui processi di decision-making;
  • perfezionamento nella gestione dello “share of voice” di clienti e dipendenti;
  • attenzione alla creazione dei contenuti rivolti all’interno e o all’ambiente esterno alla propria azienda;
  • attenzione al ruolo di “curatore” dei contenuti e non solo a quello di “creatore”;
  • focus sulle “storie vere” di esperienze lavorative;
  • attenzione rivolta ai social media;
  • attenzione rivolta alle competenze e skills del proprio gruppo di lavoro;
  • combinazione tra strumenti digitali tradizionali e nuovi strumenti collaborativi;
  • formazione e aggiornamento.

Questo decalogo porta con sé una serie di altri ambiti su cui puntare soprattutto in rete: lo sviluppo delle applicazioni mobile e dei siti responsive.

Le app mobile avranno sempre più importanza nel marketing.
L’unione fra app mobile e tecnologia iBeacons dà, infatti, la possibilità di cambiare il tiro dei piani di comunicazione.
I consumatori oggi possono essere geolocalizzati, targettizzati per interessi e comportamenti! Ciò che pian piano sta prendendo piede quest’anno è la comunicazione per le app. Le app costituiscono, infatti, un mondo a parte che, come ogni canale, ha regole e linguaggi specifici.

Qual è allora il vero trend da seguire con attenzione nel 2015 per essere proattivo e creativo in comunicazione?

Il costante aggiornamento! Non trovate?