inbound-marketing-agency-in-hampshire2-700x303

Troppo spesso le aziende tendono a sottovalutare l’importanza del blog all’interno del proprio sito internet, eppure questo ricopre un ruolo fondamentale. Sempre più ricerche, ultima in ordine cronologico quella condotta dall’agenzia americana HubSpot, dimostrano come le aziende che hanno dotato il proprio sito di un blog registrino un traffico maggiore rispetto a quelle che non ce l’hanno, e soprattutto godano di un ROI di gran lunga migliore: risultati che dimostrano come l’inbound marketing rappresenti oggi uno strumento indispensabile per le aziende.

Al contrario del marketing più convenzionale – outbound marketing – l’inbound pone le sue fondamenta non tanto sull’ottenimento della pura e semplice vendita, piuttosto sulla costruzione progressiva di un rapporto, fino alla definitiva fidelizzazione.

inbound-marketing-metodologia

Attirare, Convertire, Chiudere e Deliziare. Sono le quattro fasi che si celano dietro la strategia di chi lavora con l’inbound marketing e che punta ad ottenere visitatori, prima ancora che potenziali clienti.

Se riflettiamo sul fatto che su Google sono oltre 3 miliardi le ricerche effettuate al giorno, non ci dovrebbe stupire che il Blog rappresenti il primo step per una strategia di inbound marketing. Erroneamente, molti sviluppano il blog aziendale con contenuti che riguardano esclusivamente i propri prodotti, il raggiungimento di risultati aziendali ed altri articoli auto-celebrativi. Salvando la pace di qualche dettaglio interessante, la maggior parte di questi articoli non interessa a nessuno.

Curare un blog, in un’ottica di inbound marketing, significa trattare argomenti – inerenti la sfera della propria area di competenza, ci mancherebbe – che suscitino l’interesse dei visitatori, così da facilitare la costruzione di un legame con l’azienda prima che con i prodotti.