Immagina di essere Batman: Robin è il tuo smartphone. Il tuo fido aiutante potrebbe salvarti la vita!
Il mercato delle app per le situazioni di emergenza è in fermento. Le menti più creative del mondo si stanno scervellando per trovare soluzioni che consentano un intervento tempestivo. Ancora una volta si cerca di utilizzare la tecnologia per un fine più nobile: salvare vite umane. Spesso pochi secondi possono fare la differenza.
25 febbraio 2015 SOSocial viene presentata come progetto di tesi dal neolaureato con lode Giuseppe Caruso, presso il Dipartimento di Scienze Sociali dell’Università degli Studi di Napoli “Federico II”.
L’idea nasce nel 2009, in seguito al catastrofico terremoto de L’Aquila, che ha letteralmente scosso gli animi di tutto il Bel Paese. Come spesso accade, nei momenti di emergenza la creatività si mette al servizio della necessità.
La nuova applicazione, sviluppata in India da una società specializzata nel settore app mobile e al momento disponibile soltanto per device Android, nasce con l’obiettivo di aiutare le persone in situazioni di pericolo e di facilitare le eventuali operazioni di soccorso. Può tornare utile in qualsiasi tipo di emergenza: calamità naturali, incidenti stradali, furti, aggressioni, e così via.
Stupisce l’eccezionale semplicità di utilizzo: basta un click sul grande pulsante rosso per inviare in tempo reale dal proprio dispositivo un messaggio di SOS attraverso i profili personali social (Facebook e Twitter) e via SMS. La scelta di queste due modalità è determinata dal fatto che non tutti possiedono un account sulle suddette piattaforme e può capitare che le linee telefoniche siano inutilizzabili (a causa, ad esempio, dell’eccessivo traffico generato dagli utenti).
La compresenza delle due modalità di invio, abbinata alla possibilità di trasmissione della posizione (rilevata tramite GPS), rende quest’app ancora più efficace.
Per facilitare l’individuazione della persona in difficoltà è possibile attivare, inoltre, un allarme sonoro.
È possibile scaricare l’app gratuitamente sul Google Play Store. Appena terminato il download, bisogna settare le impostazioni con pochi e rapidi passaggi:

  • personalizza il testo del messaggio di richiesta da aiuto da inviare
  • inserisci i numeri telefonici da contattare (max. 3)
  • collegati con il tuo account Facebook
  • collegati con il tuo account Twitter
  • clicca sul pulsante “Salva”.

Giuseppe Caruso sta attualmente progettando di aumentare le funzionalità che l’app mette a disposizione. In attesa di aggiornamenti… siamo orgogliosi che l’iniziativa qui presentata venga da un talento creativo di casa nostra.

Bravo Giuseppe!