mag maggioDi cosa parla il numero di maggio del Menthalia Magazine?
Musica, arte, web, social, tech, salute, viaggi, moda, arte, comunicazione, app e tanto altro!

Lo speciale di questo mese fa fare un bel salto negli anni ’80 con le note degli Spandau Ballet per poi affrontare l’attualità.
Tutto il team di Menthalia, la comunicazione in movimento, non si ferma mai: è sempre alla ricerca di nuovi trend, news, applicazioni e curiosità che vengono anche dal passato.
Non ci è sfuggita, ad esempio, l’iniziativa della Ford che propone un salto nel passato abolendo per qualche giorno tutti i nuovi “gingilli” tecnologici.
Come sarebbe la nostra vita se nel 2015 dovessimo usare le tecnologie dei gloriosi anni ’90?
La Ford ha, da pochissimo lanciato una nuova campagna: #unFordgettable in cui chiede su Twitter di condividere i ricordi più belli legati agli anni ’90.
Per millenni l’uomo è vissuto senza Internet, social, tablet e smartphone.
A fare questa prova (per ora) sono state tre persone fuori dal comune che occupano le cariche più alte del mondo IT e dei Social:
Luca Colombo (44 anni) – Country Manager di Facebook Italia,
Carlo Purassanta (43 anni) – CEO di Microsoft Italia,
Salvatore Ippolito (52 anni) – Country Manager di Twitter Italia.
L’esperimento consisteva nella rinuncia, per la durata di un giorno, alla tecnologia quotidiana. Per svolgere la propria routine, infatti, si poteva usare solo tecnologia dei primi anni Novanta: carta stampata, floppy disk, VHS, telefoni cellulari giganti (con le antenne estensibili), computer fissi degni di un film della preistoria e lentissimi. Mission failed! Come recita lo slogan della Ford: “It’s better… to go further!”.
comunicazioneVoi ci riuscireste?
Sicuramente è divertente vedere cosa gli utenti hanno condiviso in rete utilizzando l’hashtag #unFordgettable e interessante provare a vivere come un tempo non trovate?
In questo numero ci siamo occupati, inoltre, anche della storia della comunicazione.
Vi sono, infatti, delle pubblicità che hanno avuto un impatto talmente forte da diventare dei modi di dire e a distanza di anni vengono ancora ricordate.
Abbiamo, poi, dedicato spazio alle app.
Abbiamo trattato temi più leggeri come i trend della moda per la prossima primavera/estate, la food art, la musica e i viaggi.

Cos’altro dire, se non buona lettura?!