Dal 12 dicembre sarà nelle sale con 01 Distribution. Stiamo parlando del nuovo progetto cinematografico di Leonardo Pieraccioni “Un Fantastico Via Vai” che vedrà protagonisti, oltre allo stesso regista, anche Chiara Mastalli, Marianna Di Martino, Giuseppe Maggio, David Sef, Maurizio Battista, Marco Marzocca, Serena Autieri, Massimo Ceccherini e Giorgio Panariello.
Ma Leonardo a margine di questo suo progetto lavorativo ha pensato di donare gli scatti del set cinematografico alla Fondazione “Cure2Children”, che li ha raccolti in un calendario e il cui ricavato andrà interamente ad alimentare le risorse del Progetto sul Neuroblastoma. Abbiamo incontrato Leonardo, testimonial della Fondazione che cura i bambini affetti da tumori e malattie del sangue, direttamente nel loro Paese.

Leonardo, prima di parlare del tuo ultimo film, partiamo dalla Fondazione Cure2Children.
“È importante assicurare pari opportunità di guarigione a tutti i bambini affetti da terribili malattie. ‘Cure2Children’ è questo! Una fondazione unica nel suo genere: ‘porta la cura ai bambini’ nei Paesi emergenti, attraverso la formazione e il supporto logistico ai medici e al personale sanitario del luogo, per renderlo autonomo nel curare i piccoli pazienti affetti da tumori e malattie del sangue. Io sono da sempre stato il primo sostenitore perché questa Fondazione ha bisogno di essere supportata da tutti noi”.

Bello il dono degli scatti del tuo set cinematografico alla Fondazione.
“Ogni anno cerco di aiutare in prima persona la Fondazione con iniziative concrete, l’anno scorso con il DVD ‘Natale con Cure2Children’ realizzato con il mio amico Beppe Dati e quest’anno ho deciso di donare gli scatti del mio nuovo film a ‘Cure2Children’ che ha realizzato un bellissimo calendario.
Mi auguro che i proventi del calendario, realizzato a costo zero dalla Fondazione grazie a diversi sostenitori, possano dare un aiuto concreto al Progetto del Neuroblastoma, che purtroppo è ancora una delle principali cause di morte oncologica nei bambini”.

Cosa succede in questo nuovo film?
“‘Un Fantastico Via Vai’: nel titolo c’è tutto il film in quanto il film inizia dove finivano i miei precedenti lavori.
Le mie commedie sentimentali finivano sempre con una porta che si chiudeva e un amore che forse andava avanti.
In questo nuovo progetto cinematografico sono sposato da 16 anni con una bella moglie (interpretata da Serena Autieri), ho due bellissime gemelle, ho la riga da una parte, la cravatta e il doppiopetto dall’altra e lavoro in banca, per cui sono un quarantottenne vicino a capire che la vita è un punto esclamativo e non più uno o più punti interrogativi”.

Puoi anticiparci qualcosa della trama?
“Sì, molto volentieri. Come vi dicevo, nel film ricopro un nuovo ruolo. Sono un padre e marito modello, ma per un litigio banale e un fraintendimento con mia moglie… lei mi butta letteralmente fuori da casa! A questo punto decido di fare un ‘viaggio nel tempo’: stacco un bigliettino da un palo dove ci sono annunci che offrono le camere agli studenti e vado a vivere in una di queste realtà… e mi fermo qua!”.

Qual è il tuo rapporto con il pubblico?
“Da sempre cerco di fare del mio meglio, fin da quando avevo vent’anni mi divertivo a fare montaggi con il VHS. Anche nella vita di tutti i giorni è più forte di me: quando ho davanti cinque/sei persone mi sento obbligato a dire qualche bischerata. Mi capita spesso nelle riunioni di condominio! Comunque la mia ‘mission’ di regista è quella di fare un film che possa divertire il pubblico in quell’ora e mezza e magari ricordarselo nel tempo”.

In bocca al lupo Leonardo…
“Grazie davvero di cuore, saluto tutti voi che seguite Menthalia. Mi raccomando, il mio appello finale è quello di sostenere insieme la Fondazione ‘Cure2Children’ e personalmente vi aspetto nelle sale dal prossimo 12 dicembre!”